Cosa vuol dire fare Urbex?

“Ma allora cosa vuol dire fare Urbex?”
Molto spesso ci viene rivolta questa domanda quando affermiamo che andare alla scoperta di luoghi abbandonati non è obbligatoriamente sinonimo di Urbex.

Con UrbEx, che non è altro un’abbreviazione di Urban Exploration (esplorazione urbana), si definisce la pratica di visitare luoghi abbandonati per riportare alla luce tesori che nel corso degli anni sono sopravvissuti sia al tempo che alle razzie degli sciacalli. Un po’ come dei moderni Indiana Jones.

La prima regola da imparare per essere un Urban Explorer è avere il massimo rispetto per i luoghi visitati. Nonostante l’esplorazione si stia svolgendo in un luogo degradato ed abbandonato, questi luoghi nascondono fra le loro mura una storia che non deve assolutamente essere inquinata da comportamenti scorretti.

C’è un motto in tutto il mondo che recita queste parole: “Take nothing but pictures. Leave nothing but footprints” e che viene spesso associato al fare Urbex. Per i meno anglofoni: “Non prendere altro che foto. Non lasciare niente se non impronte“. Crediamo che questa frase racchiuda al meglio lo spirito che dovrebbe animare ogni esploratore.

Palazzo G.

Ciò che deve animare un esploratore urbano è l’amore verso ciò che lo circonda. Il nostro è il paese che può vantare il più alto numero di patrimoni artistici al mondo e molti, moltissimi, sono quelli che versano in uno stato di abbandono. Durante le nostre esplorazioni urbane ci siamo imbattuti in antiche ville che, pensate, erano state di proprietà dei Gonzaga. Riteniamo sia una cosa inaudita che simili bellezze non vengano valorizzate. Per non parlare del famosissimo castello di Sammezzano in Toscana. Uno dei più belli e caratteristici al mondo che vive in un limbo inaudito fra aste deserte ed abbandono.

Cosa vuol dire fare Urbex?La chiesa Blu: gioiello Urbex

La seconda regola da seguire è quella di usare la massima prudenza. Non dobbiamo mai dimenticarci che questi luoghi possono diventare molto pericolosi a causa di improvvisi cedimenti. Pertanto mai, e diciamo mai, rischiare di avventurarsi in ambienti poco sicuri. Occorre tenere conto, inoltre, che potrebbero essere abitati abusivamente da persone che non vedono di buon occhio gli intrusi.

Infine ricordatevi sempre che si tratta di luoghi privati e che, nonostante tutta la buona fede del mondo, potreste rischiare di essere accusati di violazione di proprietà. E questo non è mai divertente. State sempre attenti anche agli strumenti che vi portate dietro. Potrebbe non essere semplice dover spiegare come mai vi trovate in una proprietà privata con pinze o altri attrezzi “da scasso”.

Cosa vuol dire fare Urbex?Casa della professoressa

Può suonare un po’ strano ma se non siete completamente sicuri del luogo che state per andare ad esplorare sempre meglio chiedere il permesso alle autorità competenti o ai rispettivi proprietari. Vi risparmierete un sacco di problemi nel più nefasto dei casi.

Ultima regola da seguire è quella di non divulgare le coordinate esatte dei luoghi abbandonati. Perché per ogni esploratore che vuole solo fare Urbex c’è sempre qualche malintenzionato che potrebbe usufruire delle informazioni per depredare questi luoghi oppure, semplicemente, per vandalizzarli!

Sappiamo benissimo di risultare antipatici e forse egoisti quando non sveliamo la posizione delle nostre esplorazioni ma dovete capire che lo facciamo solo ed esclusivamente per preservare questi tesori.

Casa dell’allenatore

Scritto da:

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.