Visitare i Giardini di Tivoli a Copenaghen

Curiosità ed informazioni per visitare i Giardini di Tivoli a Copenaghen: uno dei parchi divertimento più antichi del mondo.

Quando ho iniziato a stilare il mio itinerario di un giorno a Copenaghen avevo deciso di non visitare i Giardini di Tivoli ma solamente di ammirarli da fuori.

L’avevo lasciata come ultima tappa della giornata per vederli illuminati ma, quando me li son trovati davanti, sono rimasto a bocca aperta come un bambino davanti alla sua prima bicicletta. Come avrete ormai capito non ho resistito e sono voluto entrare in questo luogo dove si respira magia ad ogni passo!

Visitare i Giardini di Tivoli

Quasi 200 anni di storia!

I Giardini di Tivoli è una delle attrazioni più apprezzate e visitate di Copenaghen. Si tratta del secondo parco divertimenti più antico del mondo, primato che invece spetta al Dyrehavsbakken, altro parco divertimenti danese della città di Klampenborg.

La sua inaugurazione risale al 1843, avvenuta dopo 5 anni di lavori. Il suo ideatore, tal Georg Carstensen, ottenne il permesso affermando all’allora re Cristiano VIII che la gente non pensa alla politica se si diverte. Inizialmente il parco presentava una diversità di attrazioni fra costruzioni in stile orientale e moresco, giostre, teatri, ristoranti, palchi per le bande e sale da ballo. La sera erano spesso previsti spettacolari fuochi d’artificio. Sul finire della seconda guerra mondiale alcuni simpatizzanti nasisti, abbandonando la Danimarca, diedero fuoco a molte delle attrazioni. I danesi però non si diedero per vinti e dopo qualche giorno di chiusura riaprirono il loro parco simbolo ricostruendo nuovamente le attrazioni danneggiate.

tivoli

Da allora soltanto la recente pandemia ha costretto il celebre parco divertimenti a chiusure forzate prima di tornare ad incantare grandi e piccini. Perché proprio di questo stiamo parlando.

ingresso parco

Visitare i Giardini di Tivoli non è solo un buon modo per trascorrere qualche ora di svago ma un vero e proprio viaggio nella magia delle favole tipicamente danese. Non per nulla è praticamente impossibile trovare qualche abitante di Copenaghen che abbia qualcosa da ridire su di essi.

Sebbene siano passati quasi due secoli dall’apertura e molte attrazioni siano state cambiate, modernizzate o sostituite lo stile e l’atmosfera sono rimaste le solite.

Visitare i Giardini di Tivoli

Il vecchio teatro in stile orientale è stato sostituito da uno più grande con uno stile originale cinese, il sipario è una spettacolare coda di pavone meccanica. Qui, con il pubblico all’aperto, vanno in scena opere della Commedia dell’arte italiana con protagonisti come Colombina e Arlecchino. Non vi sono dialoghi quindi godibile anche da chi non parla danese o inglese.

teatro cinese

La più antiche montagne russe in legno in funzione

L’attrazione più famosa dei giardini di Tivoli è la Rutschebanen. Una delle più antiche montagne russe del mondo, costruita nel 1914, con la particolarità di essere completamente in legno. Un operatore controlla costantemente la velocità della giostra per evitare che diventi troppo elevata.

Altre giostre amatissime da grandi e piccoli sono sicuramente la grande Ruota Panoramica, lo Star Flyer e le montagne russe Daemon con ben 3 giri della morte a velocità pazzesche. Da amante del rischio non ho resistito a fare un giro proprio su quest’ultimo e vi assicuro che è stata un’esperienza mozzafiato. Sulle stories in evidenza del mio profilo Instagram potete trovare anche la foto scattata in corsa su questa giostra.

daemon
The Daemon

Cose da sapere sui biglietti delle giostre

L’ingresso alle attrazioni non è compreso nel biglietto d’ingresso al parco. Per salire sulle giostre occorre acquistare da uno a tre biglietti da 25 corone danesi cadauno (4 euro a biglietto). Per alcune attrazioni basta infatti un solo biglietto, per altre due mentre per altre, come il Daemon ad esempio, ne servono ben tre per un totale di 75 corone danesi. Questi biglietti possono essere acquistati direttamente all’interno del parco alle apposite macchinette.

In ogni caso potete anche decidere di non provare nessuna attrazione ma anche solo decidere di visitare i Giardini di Tivoli in tutta tranquillità. Ed anche questa è già di per sé una bellissima esperienza!

Visitare i Giardini di Tivoli

Visitare i Giardini di Tivoli: costi ed orari

Il biglietto d’ingresso ai Giardini di Tivoli è pari a 145 corone (circa 19 euro) con riduzione a 65 corone per i bambini dai 3 ai 7 anni. E’ possibile inoltre acquistare anche l’abbonamento annuale al parco ed il ticket che consente l’ingresso illimitato a tutte le attrazioni. Per maggiori informazioni vi rimando al sito ufficiale del parco.

I Giardini di Tivoli sono aperti dalla fine di aprile fino alla fine di settembre. Inoltre dal 1994 sono state aggiunte aperture aggiuntive durante il mese di ottobre per la celebrazione di Halloween e da metà novembre fino all’Epifania per le feste natalizie. Ognuno di questi eventi porta con sé delle decorazioni davvero stupende.

Gli orari di apertura dalla domenica al giovedì sono dalle ore 11:00 alle 23:00 ed il venerdì e sabato fino a mezzanotte.

Un parco ad impatto zero

La cosa più curiosa di questo parco è che tutte le attrazioni, i locali e le giostre in generale sono alimentate dal parco eolico Advedore dell’azienda Dong Energy. In questo modo l’impatto ambientale di CO2 è ridotto al minimo in linea con le direttive del Comune di Copenaghen.

Scritto da:

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.