Visitare Dozza: una galleria d’arte a cielo aperto

Una mezza giornata per visitare Dozza. Il borgo dipinto in provincia di Bologna che sembra una galleria a cielo aperto.

francobollo dozza

Adoriamo osservare i murales delle città durante i nostri viaggi ma mai ci eravamo trovati in un tripudio di colori come fra quelli di Dozza, un piccolo borgo a pochi chilometri da Bologna. Visitare Dozza è stato come immergerci in un museo o in una pinacoteca a cielo aperto. Con la differenza che al posto delle tele ci sono i muri delle case!

Visitare Dozza è un’esperienza quasi magica. Il borgo è estremamente carino, ben curato e, ovviamente, coloratissimo. Immerso nel verde delle colline bolognesi, quelle perfette per andare in giro con la vespa sotto i piedi. Qui troverete dell’ottimo materiale e per le vostro foto.
Se, poi, avete un profilo Instagram il successo è assicurato!

dozza ingresso

Visitare Dozza: dove parcheggiare e cosa vedere

Se, come noi, raggiungete Dozza in macchina potete parcheggiare nel parcheggio gratuito Baroncini, a due passi dal paesino. Non ci sono molti posti auto ma non disperate. Sbirciate un po’ fra le vie adiacenti ed un buchino lo troverete sempre.

Il borgo di Dozza, inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia, ci accoglie con la maestosa Rocca Sforzesca. Una fortificazione di origine medievale ancora in ottimo stato che ospita al suo interno un museo che racconta la storia del territorio nel corso dei secoli. Il biglietto d’ingresso costa 5 euro oppure 3 se siete studenti (gratuito per gli under 18).

rocca sforzesca dozza

Ci lasciamo la Rocca alle spalle e ci immergiamo nel cuore di Dozza. E’ qui che la magia ha inizio. Ogni muro, ogni porta, ogni viuzza è decorata con murales. Il borgo è talmente pieno di queste opere d’arte che si ha l’impressione di essere in mezzo ad un museo a cielo aperto.

Ovviamente non è che un giorno gli abitanti si sono svegliati e hanno deciso di dipingere Dozza. E’ iniziato tutto nel 1960 quando ebbe luogo la prima edizione della Biennale del muro dipinto. Evento che si svolge a settembre negli anni dispari attirando decine e decine di artisti da tutto il mondo che danno sfogo alla loro creatività sulle pareti delle case del borgo. Rendendolo una meta unica al mondo.

doze

murales fiore dozza

Dozza è molto piccola e si gira tranquillamente in un paio d’ore. Il modo migliore è vagare senza meta fra le sue vie cercando i murales che più piacciono. Noi abbiamo adorato L’angelo di Dozza, forse il più famoso del paese, e il Drago che abbiamo trovato in una viuzza secondaria.

visitare dozza angelo
dozza drago

Scarica l’app Muro Dipinto per visitare Dozza

Se avete uno smartphone vi consigliamo di scaricare l’applicazione gratuita Muro Dipinto che vi aiuterà a districarvi fra i murales raccontandovi la storia di ognuno di loro.

visitare dozza

Abbiamo continuato a perderci scovando opere sempre più belle per poi fermarci in una piadineria in via XX settembre di cui non ricordiamo il nome ma dove abbiamo mangiato una piadina veramente gustosa. Se poi avete una fame non saziabile con una piadina nel paesino i ristoranti non mancano e, dobbiamo ammetterlo, erano tutti molto invitanti!

Noi potremmo continuare a scrivere per delle ore ma, in fondo, il miglior modo per visitare Dozza e restarne ammaliati è quello di vederla con i propri occhi. Quindi, se siete nella zona di Bologna o Ravenna, non mancate di dedicare un pomeriggio a questo sorprendente borgo. Non rimarrete delusi!

Scritto da:

This error message is only visible to WordPress admins

Error: There is no connected account for the user 265873725 Feed will not update.