Trovare Online il traghetto più economico per la Corsica

Nelle pagine del nostro blog ci siamo spesso concentrati sul dare consigli utili ai nostri lettori, vi ricordiamo l’articolo su come trovare voli economici utilizzando, ad esempio, la funzione “Portami Ovunque” di momondo. Non abbiamo però mai parlato di come trovare il traghetto più economico per la Corsica o per visitare le altre splendide isole del nostro paese come la Sicilia, Sardegna, Elba, Tremiti. Online è possibile trovare tanti portali dove poter comparare le tariffe delle maggiori compagnie navali per scegliere la soluzione che più si addice alle vostre esigenze economiche e di organizzazione.

Se siete alla ricerca di un traghetto per la Corsica non dovete far altro che navigare online per uno di questi portali, e confrontare tutti i biglietti, gli orari e i prezzi disponibili nelle date selezionate. A questo punto potete scegliere sia da quale porto italiano partire o, ancora più semplicemente, selezionare Italia come punto di partenza. Inserire le date, il numero di persone, l’eventuale veicolo e cliccare su “Confronta prezzi”.


Trovare Online il traghetto più economico per la Corsica

In pochi secondi vi verranno mostrate a video tutte le soluzioni più economiche per il vostro viaggio. Dopo aver scelto le tratte che più fanno al caso vostro dovrete procedere come ad una normalissima prenotazione ricevendo i biglietti direttamente via mail oppure per posta. Bello, vero? Uno strumento davvero utile, specialmente adesso che ci avviamo alle ferie estive!

Inoltre se siete un’agenzia, un’associazione o semplicemente state organizzando un viaggio di gruppo di almeno 10 persone potete richiedere un preventivo gratuito per avere tariffe ancora più agevolate. Vi basterà collegarvi a questo link: “confronta i prezzi e scarica il preventivo per gruppi di 10 persone” e compilare il form con i dati richiesti.

Corsica: natura, borghi e un pizzico di mistero

La Corsica è un’isola selvaggia, perfetta per chi desidera una vacanza a stretto contatto con la natura.  Le falesie bianche delle Bocche di Bonifacio sono l’ideale per iniziare il proprio itinerario. Un susseguirsi di frastagliate coste a picco sul mare perfette per ammirare il tramonto quando le nuvole si accendono di un rosso fiammeggiante.

bocche di bonifacioBonifacio

Dal sud ci spostiamo a Capo Corso nella zona più settentrionale dell’isola. Quella a forma di dito che sembra indicare la Francia. Questa è la zona migliore per chi vuole gustarsi una Corsica meno affollata, soprattutto durante l’alta stagione. Per chi cerca un po’ di relax marittimo da non perdere sono la spiaggia di Palombaggia e Rondinara. Le più quotate dai turisti ma allo stesso tempo le più affascinanti.

Lasciandoci le coste alle spalle possiamo avventurarci nell’entroterra corso, veramente sorprendente. Se siete amanti dei luoghi misteriosi da non perdere è l’altopiano di Cauria. Un po’ Stonehenge, un po’ Isola di Pasqua questa regione della Corsica ospita possenti megaliti (chiamati Dolmen e Menhir) risalenti addirittura, come il Menhir di Stantari, al 4000 a.c. Poco distante da non perdere la cittadina medioevale di Sartène, celebre per essere stata teatro di una sanguinosa faida fra famiglie.

Nel cuore dell’isola, per gli amanti dei borghi, c’è Corte. Un paese davvero pittoresco, arroccato su uno sperone di roccia che sembra fendere l’aria. Famoso per essere stato il fulcro della resistenza corso contro il dominio dei genovesi durante la metà del XVIII secolo. La Corsica è questa e molto altro, non basterebbe un mese per visitare tutte le spiaggie e i borghi di pescatori di questa meravigliosa isola.

Copyright pics: Pixabay Free Images

Scritto da: