Detox digitale: esistono ancora le vacanze rilassanti?

Partire per un viaggio senza smartphone, tablet o computer. Voi sareste disposti a trascorrere una vacanza all’insegna del detox digitale?

In questi giorni momondo ha chiesto a tutti i suoi ambassador di parlare di viaggi all’insegna del detox digitale. Quelle mete in cui è possibile disconnettersi da internet, smartphone e tutto il resto godendosi semplicemente la vacanza.

Questo mi ha dato l’ispirazione per scrivere due righe su un tema che mi sta molto a cuore e, soprattutto, di farmi qualche domanda.

Non voglio ergermi a paladino della giustizia. Sono il primo che quando è in viaggio non può fare a meno di scattare fotografie ovunque. Un po’ come lo sono i giapponesi nell’immaginario collettivo. A mia discolpa però cerco sempre di limitare l’utilizzo di internet a quando sono in albergo. Probabilmente, in quanto blogger, questo va anche a discapito mio. Vedo colleghi che quando sono in viaggio non fanno altro che postare foto e stories in continuazione. Va bene che per me è una passione e forse per loro è lavoro.

Detox digitale

Ma questo è davvero godersi un viaggio?

Devo essere sincero. Un viaggio completamente internet free non l’ho mai fatto. Se posso riuscire a stare senza social network per una settimana? Certo che sì. Il problema è che ho un senso dell’orientamento pari a Ryoga e senza un navigatore finirei per perdermi 11 volte su 10. Menomale che ho da poco scoperto maps.me, ma questo è un altro discorso.

Al giorno d’oggi forse è un po’ anacronistico parlare di viaggi all’insegna del detox digitale. Ho notato che con l’avvento dei social network molte, moltissime persone sono spinte a viaggiare per condividere le loro esperienze su internet e poter così, in qualche modo, ostentare. C’è da dire che il mondo del turismo sta vivendo un periodo piuttosto florido. Forse come mai prima d’ora.

Ma allora dove andare per una vacanza detox digitale?

Prima di tutto se si ricerca un viaggio di disintossicazione digitale occorre mettersi bene in testa che la motivazione deve partire da dentro di noi. O salite sull’Everest ed allora non c’è rischio di trovare una connessione oppure occorre una buona forza di volontà. In questo modo anche un viaggio a Londra può diventare una vacanza detox digitale.

Il viaggio fatto che più si avvicina a questo ideale è stato quello in Trentino Alto Adige. Quello in realtà è stato un viaggio disintossicante sotto molti punti di vista. Buon cibo, aria pulita e tanto trekking.
Quando mi sono trovato in cima allAlpe di Siusi il mio ultimo pensiero era quello di condividere quei momenti con altri. Quando sei a oltre 3000 metri di altezza vuoi solo goderti appieno quegli istanti. Aprire gli occhi ed osservare l’orizzonte come mai prima di allora.

Anche durante l’escursione nel deserto del Sahara ho dovuto, per forza di cose, fare a meno di internet. Devo capire, in ogni caso, come possa passare per la testa di collegarsi a internet quando c’è uno spettacolo simile da vivere!

Detox digitale

Ecco. Se dovesse optare di nuovo per un viaggio detox digitale non avrei dubbi ad optare per una di queste due soluzioni E voi? Avete mai avuto esperienze di questo tipo?

Clicca qui per trovare il volo più economico con momondo

Clicca qui per trovare l’alloggio più economico con momondo

#admomondo #owtravelers

Scritto da:

This error message is only visible to WordPress admins

Error: There is no connected account for the user 265873725 Feed will not update.