Come combattere il Jet Lag

Più che una malattia il Jet Lag è un disturbo del sonno ed è causato quando si attraversano velocemente diversi fusi orari, di solito sopra i sei. In questo modo l’orologio biologico non riesce ad adattarsi ai nuovi ritmi giorno/notte provocando soprattutto insonnia ma anche nausea, mal di testa, inappetenza oltre a un perpetuo senso di stanchezza. Tuttavia è possibile combattere il Jet Lag o, quantomeno, alleggerirlo.

La mia prima volta

Non avevo mai avuto a che fare con il Jet Lag prima del viaggio in Giappone. In realtà all’andata è filato tutto liscio, i problemi sono sorti al rientro.

Non avevo sintomi apparte la tristezza di dover rientrare a breve a lavoro. Poi la notte, ore 4:00, occhi spalancati come un gufo (concedetemi la citazione musicale). Il bello è che mi sentivo tremendamente stanco senza tuttavia riuscire ad addormentarmi. I colpi di sonno mi arrivavano così nel pomeriggio e, nonostante provassi con tutte le mie forze, alla fine cadevo sempre nelle braccia di Morfeo. Per cinque giorni sono andato avanti così poi, finalmente, il mio orologio interno ha di nuovo iniziato a battere regolarmente.

Come combattere il Jet Lag
Crediti foto: Pixabay Free Images

Ma è possibile combattere il Jet Lag?

Certo che sì e queste sono alcune accortezze per prevenire e curare la sindrome del viaggiatore!

1 – dormire o meno in aereo

Questo varia in base alla destinazione che state raggiungendo. Se andate verso Est ed il volo è notturno dovete cercare in tutti i modi di dormire durante il tragitto quindi armatevi di tappi per l’orecchie e chiudete gli occhi. Arriverete così in mattinata a destinazione e sarete già freschi e riposati. Qualora non riusciste a dormire il consiglio è quello di non andare a letto una volta arrivati ma cercare di restare svegli fino almeno alle 22 di sera per cercare di regolare il sonno.

Se viaggiate verso Ovest invece cercate di mantenervi svegli durante il volo per assumere più ore di luce e dormire una volta arrivati.

combattere il jet lag
Crediti foto: Pixabay Free Images

2 – bevete molta acqua ed evitate alcolici

Cercate di mantenervi idratati sia una volta giunti a destinazione ma soprattutto durante il volo quindi bevete molta acqua e, se avete fame, optate per carboidrati e zuccheri. Evitate poi alcolici e caffeina che contribuirebbero solo a peggiorare il vostro sonno!

3 – concedetevi un pisolino, ma non troppo!

Riprendere il ritmo biologico regolare può essere molto difficile. Quindi sia che siate appena arrivati in vacanza oppure tornati a casa concetevi ogni tanto qualche sonnellino senza esagerare. Una mezz’ora può andare. In questo modo riacquisterete un po’ di energie ma evitando così problemi di insonnia

4 – fare esercizio fisico

Ma come, devo combattere il Jet Lag e la stanchezza facendo attività fisica? Ebbene, la risposta è sì! Basta una leggere corsetta o una camminata per abituare il corpo alla luce solare abituandolo così al nuovo fuso orario.

5 – state tranquilli

Lo stress è alla base del Jet Lag. Quando non si riesce a dormire oppure ci si sente poco bene viene presi da nervosismo che non aiuta noi e nemmeno le persone che ci stanno vicine. Cercate quindi di restare tranquilli e svolgete attività che vi rilassano come la lettura di un buon libro oppure ascoltare la vostra musica preferita.

come combattere il jet lag
Crediti foto: Pixabay Free Images

Medicinali? No, grazie!

Io eviterei di prendere medicinali contro il Jet Lag ma se proprio non potete farne a meno cercate prodotti a base di melatonina utili per conciliare il sonno. Magari fatevi aiutare da qualche buon integratore soprattutto i primi giorni per ritrovare un po’ di forza.

In poche parole cercate di combattere il Jet Lag con la tranquillità e siate forti, basta qualche giorno e non vi rimarrà altro che la nostalgia del viaggio appena concluso!


Scritto da:

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.