Cosa vedere a Fabriano: il borgo della carta

A pochi chilometri dalle Grotte di Frasassi e dal Tempio del Valadier si trova uno dei borghi più belli d’Italia. Uno di quei paesi al quale praticamente tutti siamo legati, forse inconsciamente, fin dai tempi delle elementari: Fabriano. Sfido a trovare qualcuno che a scuola non usasse quei fogli A4 che rispondevano proprio a questo nome. Ma cosa vedere a Fabriano?

E’ indubbio che la carta sia il nodo principale su cui si basa questo borgo, basti pensare che nel 2013 è stato insignito del prestigioso riconoscimento Città Creativa da parte dell’UNESCO nella categoria “Artigianato, arti e tradizioni popolari” grazie alla produzione di carta a mano.

Ma guai a pensare che ci sia solo la carta. Fabriano è anche una città d’arte dove il rinascimento ha trovato terreno fertile per svilupparsi in tutto il suo splendore. Camminare in questo borgo vi rimetterà in pace con voi stessi ed ogni piccolo angolo sarà rapirvi il cuore.

fabriano

Cosa vedere a Fabriano: il mio itinerario

Molto del vostro itinerario di Fabriano dipende da dove parcheggerete l’auto ma, in ogni caso, il consiglio non è quello di seguire un percorso ben stabilito bensì di vagare per le sue stradine e scoprire da soli le varie chicche che questo paesino ha da offrire!

Cattedrale di San Venanzio e Pinacoteca Civica

Io ho avuto la fortuna di trovare parcheggio, a pagamento, in pieno centro e la prima cosa che mi sono trovato davanti è stata l’elegante Cattedrale di San Venanzio.

cosa vedere a fabriano cattedrale di san venanzio

Realizzata in stile medievale, si stima intorno al 1046 ma non si conosce la data esatta, i suoi muri rossastri piuttosto sobri nascondo un interno dove il bianco e l’oro la fanno da padrone. Da apprezzare anche gli affreschi ed i dipinti ad opera di autori caravaggeschi come Orazio Gentileschi.

interno chiesa san venanzio fabriano

Proprio davanti alla cattedrale, all’interno dell’ex ospedale di Santa Madonna del Buon Gesù, si trova la Pinacoteca Civica. Qui sono esposte opere appartenenti ad alcuni dei più grandi artisti italiani del Novecento come De Chirico e Fontana oltre a una preziosissima collezione di arazzi fiamminghi.

Piazza del comune: Loggiato di San Francesco, Palazzo Podestà e fontana Sturinalto

Bastano pochi passi, per altro in discesa, per raggiungere una piazza dalla forma triangolare davvero insolita. Si tratta di Piazza del Comune ed è dove si trovano gli edifici storici più importanti di tutta la città.

Il primo che senza dubbio cattura subito l’attenzione è Palazzo Podestà. Costruito nel 1255 in stile gotico in pietra bianca di Vallemontagnana colpisce per il bellissimo arco affrescato che, un tempo, serviva da ponte per attraversare il fiume che scorreva nel paese. Impossibile non notare anche la Fontana Sturinalto, datata 1285, di forma ottagonale che si trova proprio davanti.

cosa vedere a fabriano Palazzo Podestà e Fontana Sturinalto
Palazzo Podestà e Fontana Sturinalto

Merita una menzione anche il Loggiato di San Francesco. Costruito nel XV secolo e situato in una zona leggermente rialzata rispetto alla piazza, grazie alle sue affascinanti 19 arcate offre delle prospettive davvero suggestive.

Un altro edificio che non passa inosservato è il Palazzo del Comune con la sua torre dell’Orologio, antica dimora della nobile famiglia Fabrianese dei Chiavelli.

loggiato di san francesco

Il Museo della carta e della filigrana

Fra le cose da vedere a Fabriano non può ovviamente mancare quello che per cui quasi tutti vengono qui: il Museo della carta e della filigrana.

Il consiglio che vi voglio dare è quello di prenotare il biglietto in anticipo altrimenti potreste fare come me e non poterlo visitare perché già pieno.

Un errore che non mi perdono perché sarebbe stato sicuramente affascinante scoprire tutti i segreti del prodotto che ha reso Fabriano famosa in tutto il mondo.

Questa attività ha radici antichissime. Già nel 1200 le mani di sapienti artigiani realizzavano i primi fogli di carta, attività che crebbe di importanza di pari passo con lo sviluppo della città.

La visita al museo ripercorre passo per passo la storia della carta mostrando le tecniche ed i macchinari che, via via, andavano sempre più migliorando. i visitatori potranno inoltre prendere parte ai laboratori creativi e realizzare loro stessi i loro fogli di carta fatti a mano. Sicuramente un’esperienza da non perdere. Non fate come me!

Chiesa di San Benedetto

Prima di rincasare abbiamo deciso di visitare anche la Chiesa di San Benedetto. Sebbene non sia presente nelle classiche liste delle cose da vedere a Fabriano secondo me è un piccolo gioiellino che merita assolutamente di essere ammirato.

La chiesa è piuttosto grande ma presenta un’unica navata riccamente decorata in stile barocco, ancor più della chiesa di San Venanzio, e imponenti affreschi. Purtroppo la sua storia non è delle più felici. Costruita nel XIII secolo, nel corso degli anni sono stati molto i cambiamenti che ha subito ed i terremoti prima nel 1741, poi nel 1997 ed infine quello terribile del 2016 ne hanno compromesso gran parte della struttura.

cosa vedere a fabriano chiesa di san benedetto

In ogni caso, a mio parere, merita assolutamente una sosta. Inoltre se avete la fortuna di trovare il diacono non esitate a scambiarci due parole, vi racconterà nei dettagli e con grande passione la storia di questo gioiello Fabrianese!

Cripta chiesa di san benedetto
Cripta

Scritto da:

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.