10 cose da non perdere ad Atene

Che la Grecia sia una terra affascinante è fuori da ogni dubbio e noi, più che attratti dalle sue belle isole, abbiam sempre voluto visitare Atene, la capitale, sia per la sua storia sia per capire meglio quello che succedeva in città. Spesso dipinta dai media come pericolosa e violenta abbiamo vissuto la città greca durante il periodo elettorale – Tsipras fu eletto proprio durante il nostro soggiorno – e non abbiamo assistito né a guerriglie né a tafferugli di ogni genere. Indubbiamente qualche accortezza da prendere c’è ma d’altronde anche in qualunque periferia delle grandi città italiane è sempre meglio stare attenti, o sbagliamo?
Ad un anno dal nostro viaggio abbiamo deciso di parlarvi delle 10 cose da non perdere ad Atene, almeno secondo noi:

  • 1 – Noi ce la siamo lasciati per ultimo ma merita sicuramente il primo posto l’Acropoli, simbolo della città e della cività Greca. Arroccata su una collina a 156 metri sopra il livello del mare, qui si respira storia ad ogni passo, dal Partenone al Tempio di Athena fino all’Eretteo vi sfidiamo a rimanere impassibili di fronte a tanta bellezza.
    Se non bastasse da quassù si gode anche di una splendida vista panoramica sulla città.

  • 2 – L’Agorà: se c’è un posto che può rischiare di competere con l’Acropoli a nostro avviso è proprio questo, la piazza principale della antica Atene. Camminare fra i resti di quello che era il centro pulsante della città è molto emozionante, così come trovarsi al cospetto del tempio di Efesto, una sorta di Partenone in scala ridotta ma conservato meglio.

  • 3 – Tempio di Zeus Olimpio: adesso non sono rimaste che poche colonne di questo tempio, dedicato al forse più importante dio Greco dell’antichità, ma durante il periodo ellenistico e quello romano era il più grande di tutta la Grecia, il che non è difficile da immaginare anche solo osservando i resti.
Crediti Foto: Pixabay Free Images
  • 4 – Stadio Panathinaiko: celebre per aver ospitato nel 1896 la prime Olimpiadi moderne, è l’unico stadio al mondo ad essere costruito completamente in marmo pentelico. Nell’antichità è stato sede delle Olimpiadi organizzate in onore della dea Atena, protettrice della città, mentre oggi ospita concerti, mostre, gare e viene usato come luogo per celebrare le vittorie degli atleti Greci.

  • 5 – Cambio della guardia a piazza Syntagma: la piazza più importante di Atene, nonché sede del parlamento, ospita allo scoccare di ogni ora il cambio della guardia dove gli Euzones, soldati vestiti con un gonnellino corto e scarpe con pon-pon, rendono omaggio ai combattenti della guerra d’indipendenza. Lo spettacolo avviene davanti alla tomba del Milite Ignoto.
Crediti Foto: Pixabay Free Images
  • 6 – Giardini Nazionali: una piacevole oasi verde a pochi passi da piazza Syntagma. Ideale per rilassarsi fra aranceti, rovine antiche e stagni. Per gli amanti dell’orticoltura è presente anche un interessante museo botanico.
  • 7 – Monastiraki e Plaka: probabilmente le due piazze più caratteristiche della città, mentre la prima è l’ideale per ogni genere di acquisti – ogni domenica va in scena un particolare mercatino delle pulci – la seconda è adatta per una passeggiata serale o per bere qualcosa.
Crediti Foto: Wikipedia
  • 8 – Cucina tipica: andare ad Atene e non mangiare tipico dovrebbe essere considerato un sacrilegio. Evitate l’insalata greca, i cui prezzi sono gonfiati ad hoc per il turista, e concentratevi su Gyros Pita, Moussaka, Kolokythokefted – polpettine a base di feta, Souvlaki e molti altri gustosi piatti. Se a tutto questo aggiungiamo che le porzioni sono abbondantissime e i prezzi contenuti, cosa c’è di meglio?
    Se volete un consiglio fate un salto al Liosporos Jazz Café per il pranzo e alla taverna Klimataria a cena.
Crediti Foto: Pixabay Free Images
  • 9 – Assaggiate i liquori del posto: la Grecia ha una varietà di liquori da fare invidia a molti e per questo motivo vi consigliamo di concedervi un assaggio di tutti quelli che trovate. I nostri preferiti?
    Al primo posto il Mastika, prodotto con una resina ottenuta dal lentisco, a seguire Ouzo, Tentura e Tsipouro.
  • 10 – camminata sul monte Licabetto: la collina che domina Atene, la cui vetta è il più alto della città, può essere raggiunta utilizzando la funiculare che parte ogni 30 minuti dal quartiere Kolonaki. Il nostro consiglio è quello di lasciar perdere la funiculare ed avventurarvi a piedi fra i sentieri di questa collina. Incontrerete Ateniesi alle prese con la vita di tutti i giorni, uno splendido teatro all’aperto – chiuso nei mesi invernali – e in cima la cappella di San Giorgio.

Se ce la sentissimo di consigliare Atene a chi non c’è mai stato?Assolutamente sì.
Mettete da parte i pregiudizi dovuti alla disinformazione imperante e partite, come noi finirete per innamorarvi della storia, della cucina e anche di quel caos che rende più vera questa città che, non dimentichiamolo mai, è la culla della civiltà moderna.
Buon viaggio!

Scritto da: 

This error message is only visible to WordPress admins
Error: Cannot add access token directly to the shortcode.