Canelés: storia e ricetta del celebre pasticcino di Bordeaux

Un morbido cuore ricoperto da un croccante guscio caramellato ed un profumo inconfondibile di rum e vaniglia. Camminando per le strade di Bordeaux vi basterà seguire questo aroma per trovarvi al cospetto dei Canelés, pasticcino legato indissolubilmente alla bella città francese ed alla sua regione.

Il loro nome sembra derivare dai canaulier, fornai del 1600 che producevano questo pane, detto canaule, con farina e tuorli d’uovo. Secondo altre fonti invece è dovuto allo stampo in rame con il quale venivano, e vengono tuttora, prodotti. In quegli anni vi era la necessità di utilizzare il rosso delle uova che veniva scartato dal processo di chiarificazione del vino Bordeaux. Insieme alle bacche di vaniglia e il rum, prodotti che arrivavano dalle colonie nel porto della città prima di essere commercializzati in tutta la Francia, venne fuori il Canelés come lo conosciamo oggi.

Questo prodotto, realizzato con alimenti riciclati, ottenne un imprevedibile successo tanto che i pasticcieri di tutta Francia cercano in ogni modo di ostacolare la loro produzione vietando ai canaulier l’utilizzo di latte e zucchero nell’impasto. I nostri mastri fornai tennero duro e, finalmente, nel 1755 ottennero il diritto ad usare latte e zucchero riuscendo a diffondere così il verbo dei Canelés nel resto del paese.

Canelés fai da te: cosa serve (dosi per 20 pasticcini)

    • Latte: 500 ml
    • Zucchero: 300 gr
    • Uova: 2
    • Rum: 70 ml
    • Bacca di vaniglia: 1
    • Farina 00: 130 gr
    • Burro: 50gr
    • Stampo per Canelés (noi abbiamo utilizzato questo preso da Amazon e ci siamo trovati benissimo)

Canelés fai da te: ricetta

Per prima cosa versate il latte in un pentolino e portatelo ad ebollizione insieme alla bacca di vaniglia aperta. Appena il latte avrà raggiunto il bollore toglietelo dal fuoco, filtratelo in una ciotola e lasciatelo raffreddare.

Fate ammorbidire il burro in padella ed, in una ciotola, amalgamatelo insieme allo zucchero ed alle uova. Unite la farina setacciata ed amalgamate bene il tutto. Aggiungete infine sale e rum continuando a mescolare il composto.

Una volta che il latte si sarà raffreddato unite i contenuti delle due ciotole e lasciate riposare in frigo per 24 ore. Il giorno seguente date un’ultima mescolata e versate il contenuto negli stampini lasciando almeno un mezzo centimetro di stacco dal bordo.

Infornate per un’ora a 200° e quando il pasticcino raggiunge un colore bronzato sformate, fate raffreddare e servite in tavola.

Buon appetito!

Scritto da:
This error message is only visible to WordPress admins
Error: Cannot add access token directly to the shortcode.